skip to Main Content

nutrizionista sportivoIl motivo per il quale si pratica un’attività sportiva è strettamente personale: può essere una scelta fatta per hobby, per socializzare, per l’allenamento personale, come controllo del peso corporeo oppure per ottimizzare le performance in vista di una gara. Le persone che praticano sport sono molto eterogenee: si va da persone di una certa età che praticano il jogging due volte alla settimana fino al corridore di maratone, dalla persona che passeggia in montagna la Domenica di bel tempo allo scalatore estremo o all’alpinista.

Risulta quindi chiaro, che le singole attività sportive sono sia qualitativamente che quantitativamente molto diverse e di conseguenza richiedono fabbisogni energetici e di nutrienti molto diversi fra loro. Quando una persona decide di iniziare a praticare una determinata attività sportiva è necessario fornire al nostro organismo maggiore energia oltre a quella normalmente utilizzata per il metabolismo basale, la termoregolazione, l’accrescimento o il mantenimento plastico dei tessuti o per il lavoro muscolare.

E’ fondamentale però non modificare bruscamente la dieta ma adattarla giorno per giorno al reale fabbisogno nutrizionale modificato dal lavoro muscolare gestendo in maniera corretta ed equilibrato il momento di stress fisico, di recupero e di riposo.

Per scolpire o aumentare la propria massa muscolare, l’atleta non deve necessariamente puntare su un’alimentazione ricca di carne, ma a seconda delle caratteristiche fisiche di quest’ultimo potrebbe aver bisogno solamente di una corretta idratazione o maggior apporto di carboidrati.

Il compito del nutrizionista sportivo è quello di studiare tramite la Bioimpedenziometria la composizione corporea dell’atleta e la sua variazione durante lo stress muscolare adattando il piano alimentare per il raggiungimento dell’obbiettivo prefissato.

Il Bioimpedenziometro utilizzato per l’Analisi Vettoriale di Biompedenza (BIVA)

Tutti i metodi convenzionali di stima della composizione corporea (dalla dexa alla plicometria, alle tecniche di diluizione isotopica…) delegano il compito della predizione di masse e/o volumi corporei ad equazioni predittive associate a parametri antropometrici co-predittori.

Nel caso dell’analisi BIA, le equazioni predittive elaborano stime dei vari compartimenti corporei utilizzando i parametri di età, sesso, peso ed altezza del soggetto ed ipotizzando un’idratazione costante dei tessuti molli del 73%. In assenza di alterazioni idro-elettrolitiche le correlazioni tra i vari compartimenti corporei sono costanti ed interdipendenti, tanto da permettere al clinico la valutazione quantitativa dei vari compartimenti corporei (esempio: TBW, ICW, ECW, FFM, FM, BCM..), tuttavia, in presenza di soggetti con alterazioni idroelettrolitiche (ritenzione, edema, disidratazione lieve o grave), l’errore standard di stima della migliore equazione ad oggi sviluppata è sempre troppo alto per permettere l’utilizzo in ogni campo clinico.

La tecnica interpretativa diretta BIVA (Akern Biavector®) impiega i valori bioelettrici di Resistenza e Reattanza misurati dal sensore per ottenere la c.d. resistività specifica (Resistenza/metro – Reattanza/metro):

  • Misurazione diretta (senza stime e calcoli teorici)
  • Stato di idratazione senza errori
  • Quantità e qualità delle cellule nei tessuti
  • Validata da 15 anni di pubblicazioni scientifiche

Perchè utilizzarla?

  1. Impostazione ed ottimizzazione programmi d’allenamento tramite il controllo dello stato d’idratazione e della crescita della Massa Muscolare a livello amatoriale ed agonistico.
  2. Prevenzione degli stati di disidratazione acuta e relativa caduta di performance.
  3. Check up del soggetto in termini quantitativi (chilogrammi e %) e qualitativi (proporzioni intra/extra cellulari, in termini d’idratazione e Massa) di composizione corporea

Per conoscere i servizi del Centro inerenti alla pagina che stai visualizzando clicca qui.

TESTIMONIAL DNA MILANO

Cecchini Dal Molin Beach Volley Team

Atleta di beach volley italiano che vanta trascorsi in nazionale, vittorie e podi in competizioni Italiane e Internazionali. Nel 2012 alla giovane età di 22 anni, conquista la medaglia di bronzo alle finali Italiane a Jesolo. Gli anni successivi in Nazionale ottiene moltissimi risultati e partecipa ai migliori eventi, come la Finale Mondiale a Stare Jablonki e il 9° posto alla Finale Europea di Cagliari.

Anagrafica

Data di nascita: 14/10/1990
Luogo: Senigallia
Ruolo: Difensore
Altezza:  188 cm
Peso: 82 kg

Curiosità
Soprannome: Cecco
Lavoro: Finanza
Hobby: Pasticceria
Colpo preferito: ?????
Motto: ?????

Medaglie & Risultati
1° Cev Palermo
2° Cev Barcellona
9° Finale Europea
2° Campionato Italiano (7 volte)
3° Campionato Italiano (3 volte)
3° Finale Campionato Italiano

Atleta di beach volley e pallavolo. Dopo aver militato per anni in serie A nel ruolo di centrale e opposto, ora si dedica al beach volley con risultati davvero impressionanti: nel 2016 ottiene il 5° posto nel World Tour di Klagenfurt, considerato il tempio del beach volley. Esempio di longevità e costanza per molti altri atleti, divide la sua vita tra sport e lavoro nel settore automotive.

Anagrafica

Data di nascita: 21/01/1978
Luogo: Bassano del Grappa
Ruolo: Muratore
Altezza: 195 cm
Peso: 90 kg

Curiosità
Soprannome: Gabo
Lavoro: Automotive
Hobby: Bmw
Colpo preferito: ?????
Motto: ?????

Medaglie & Risultati
5° World Tour Klagenfurt
1° Campionato Italiano
2° Campionato Italiano (7 volte)
3° Campionato Italiano (3 volte)

Back To Top
×Close search
Cerca
WhatsApp chat