Callout piè di pagina: contenuto
test microbioma

test delle intolleranze milano Cos’è il microbioma intestinale?

Sono miliardi gli organismi che popolano il nostro intestino. Stiamo parlando di un’area che ha un’estensione di circa 300 metri quadrati e che, nel corso di una vita, viene attraversata da circa 30 tonnellate di cibo e 50 mila litri di liquidi. Numeri che danno la dimensione dell’importanza del benessere intestinale sul nostro stato di salute.

L’insieme della popolazione di microrganismi, soprattutto batteri, che colonizza il nostro apparato digerente costituisce la cosiddetta flora batterica intestinale, oggi chiamata anche microbiota intestinale. All’interno del microbiota intestinale si concentra circa il 70% del nostro sistema immunitario ed esso svolge una miriade di funzioni vitali, prima fra tutte quella appunto di agire come barriera difensiva, creando un ambiente inospitale agli agenti patogeni, modificando il pH intestinale e riducendo i substrati che favoriscono la proliferazione di questi batteri nocivi. Questi batteri, di cui si contano 500 specie differenti, si possono dividere in “buoni” (non patogeni) e nocivi (patogeni). Nell’intestino le specie buone sono prevalenti e ne assicurano l’equilibrio nonostante la presenza di quelle nocive. Questo stato di equilibrio prende il nome di eubiosi, letteralmente “benefico per l’organismo”, mentre per disbiosi si intende un’alterazione della flora batterica intestinale dovuta a un aumento indisturbato dei ceppi patogeni e a una diminuzione di quelli salutari.

Dall’esigenza di analizzare il proprio Microbioma Intestinale e/o identificare e quantificare un cluster di batteri intestinali, per i quali è stata riscontrata una stretta correlazione con l’insorgenza di patologie infiammatorie intestinali, nascono i 2 test specifici, un’analisi ad alto contenuto tecnologico:

MICROBIOMA CHECK N.G.S. per l’analisi del microbioma intestinale

Il Microbioma Check N.G.S.  è un’analisi ad alto contenuto tecnologico che grazie al sequenziamento massivo di seconda generazione (Next Generation Sequencing) caratterizza la flora batterica intestinale, fornendo indicazioni sullo stato di salute generale dell’individuo, del suo intestino e importanti spunti di approfondimento di tutte quelle che sono le correlazioni fisiopatologiche tra la popolazione microbica intestinale e i diversi organi e sistemi che con l’intestino comunicano costantemente.

Chi dovrebbe fare il test per il microbioma intestinale?

Il test è consigliato ai pazienti interessati da:

  • Intolleranze o allergie alimentari.
  • Diarrea o stipsi, o irregolarità intestinale.
  • Colon irritabile e patologie croniche intestinali (Morbo di Crohn, rettocolite ulcerosa, ecc.).
  • Gonfiori, tensioni e crampi addominali.
  • Flatulenza e aerofagia.
  • Infezioni genitali ricorrenti (candidosi, cistiti).
  • A chiunque voglia conoscere lo stato di salute del proprio intestino in modo da prevenire problematiche future.

Come viene eseguito?

Il test viene effettuato mediante analisi su un campione di feci

Refertazione

7-10 giorni lavorativi

Raccomandazioni

Da eseguire almeno 7 giorni dopo l’ultima terapia antibiotica e probiotica. Il prelievo delle feci può essere eseguito in qualsiasi momento della giornata.

Costo: €220

MiICROBIOMA CHECK P.C.R. Analisi predittiva delle malattie infiammatorie intestinali

Il Microbioma Check P.C.R. – profilo intestinale specifico, è un’analisi ad alto contenuto tecnologico che grazie alla tecnica PCR real-time permette di identificare e quantificare un cluster di batteri intestinali, per i quali è stata riscontrata una stretta correlazione con l’insorgenza di patologie infiammatorie intestinali.

Le famiglie di batteri testate sono: BACTEROIDES VULGATUS; BACTEROIDES STERCORIS; PREVOTELLA COPRI; RUMINOCOCCUS TORQUES; BACTEROIDES FRAGILIS; SUTTERELLA WADSWORTHENSIS

Chi dovrebbe fare il test predittivo per le malattie infiammatorie intestinali?

Il test predittivo delle malattie infiammatorie intestinali è consigliato ai pazienti interessati da:

  • Colon irritabile e patologie croniche intestinali (Morbo di Crohn, rettocolite ulcerosa, ecc.).
  • Gonfiori, tensioni e crampi addominali.
  • Diarrea o stipsi, o irregolarità intestinale.
  • Flatulenza e aerofagia.
  • Infezioni genitali ricorrenti (candidosi, cistiti).
  • A chiunque voglia conoscere lo stato di salute del proprio intestino in modo da prevenire problematiche future.

Come viene eseguito?

Il test viene effettuato mediante analisi su un campione di feci

Refertazione

7-10 giorni lavorativi

Raccomandazioni

Da eseguire almeno 7 giorni dopo l’ultima terapia antibiotica e probiotica. Il prelievo delle feci può essere eseguito in qualsiasi momento della giornata.

Costo: €190

E’ possibile prenotare un test telefonicamente allo 02 2707 8532 oppure online cliccando sul “PRENOTA ONLINE

In caso di problematiche intestinali, e al di là di specifiche terapie prescritte dal medico curante, ricorda che l’alimentazione è la prima arma in tuo possesso per il miglioramento dello stato di salute. Sia per la prevenzione sia per il miglioramento del benessere intestinale è di fondamentale importanza:

  • Mantenere un sano e corretto stile alimentare andando a correggere le cattive abitudini che sono causa dell’insorgenza e del perpetuarsi dei problemi;
  • Mantenere attiva ed equilibrata la flora batterica intestinale, andando a integrare l’alimentazione con probiotici, prebiotici e fitoterapici in grado di migliorare lo stato della flora batterica intestinale;
  • Mantenere libero il tratto intestinale, andando a favorire un corretto transito intestinale e limitando l’accumulo di scorie.
Pulsante torna in alto
×cerca
Cerca
WhatsApp chat